Acque pulite

#Infrazioni

La normativa di riferimento in materia di trattamento dei reflui è la Direttiva 91/271/CEE recepita dall’Italia con il D. Lgs. 152/2006 (e ss.mm.ii, cosiddetto Codice dell’Ambiente). La Direttiva prevede che tutti gli agglomerati con carico generato maggiore di 2.000 abitanti equivalenti (a.e.) siano forniti di adeguati sistemi di reti fognarie e trattamento delle acque reflue, secondo precise scadenze temporali, ormai già passate, in funzione del numero degli abitanti equivalenti e dell’area di scarico delle acque (area normale o area sensibile).

Per le inadempienze nell’attuazione della Direttiva l’Italia ha già subito due condanne da parte della Corte di Giustizia Europea, la C565-10 (Procedura 2004-2034) e la C85-13 (Procedura 2009-2034) e l’avvio di una nuova procedura di infrazione (Procedura 2014-2059).

Per visualizzare lo stato delle infrazioni comunitarie ex Direttiva 91/271/CEE clicca sui singoli agglomerati rappresentati nel Layer "Infrazioni - Agglomerati" della mappa interattiva.

 

 

SUPERAMENTO DELLE INFRAZIONI: INVESTIMENTI DELIBERA CIPE 60/2012

 

Con Delibera CIPE 60/2012 sono stati finanziati 183 interventi relativi al settore del collettamento e della depurazione delle acque nelle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia per un totale stanziato di 1,6 miliardi di euro.

Per visualizzare lo stato degli interventi visualizza la "scheda intervento" cliccando sui singoli interventi nel Layer  "Infrazioni - Investimenti CIPE 60-2012" della mappa interattiva.

 

Fonte: le schede sono state compilate dalle Task force regionali, costituite nell’ambito della Convenzione stipulata il 30 aprile 2013 fra il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica, ora Agenzia per la Coesione Territoriale, e la società Studiare Sviluppo s.r.l. - Azione di sistema per supporto tecnico e accompagnamento al conseguimento degli obiettivi della delibera CIPE  n. 60 del 30 aprile 2012, sulla base delle informazioni rilasciate dai competenti uffici regionali.

 

 

SUPERAMENTO DELLE INFRAZIONI: INVESTIMENTI DA TARIFFA E ALTRI INVESTIMENTI PUBBLICI

 

Nella presente sezione vengono rappresentati tutti gli investimenti necessari al superamento delle infrazioni comunitarie ex direttiva 91/271/CEE ed il relativo stato di attuazione.

Per visualizzare lo stato degli interventi per il superamento delle infrazioni comunitarie clicca sui singoli agglomerati nel Layer "Infrazioni - Investimenti" della mappa interattiva.

 

Fonti: nel campo "NOTE" sono riportate le informazioni di sintesi relative agli interventi trasmesse dallo Stato Italiano alla Commissione Europea nell’aggiornamento giugno-luglio 2014. Nelle schede intervento sono riportate le informazioni raccolte nell’ambito di una specifica raccolta dati presso i Gestori dei servizi idrici curata da FederUtility (data di aggiornamento riportata nelle singole schede).


REGIONEAGGLOMERATOPROCEDURAINFRAZIONE
CalabriaFeroleto AnticoPR 2014-2059Risulta che una parte del carico raccolto non confluisce all'impianto di trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme all'articolo 4, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaCarlopoliPR 2014-2059Sulla base delle informazioni presentate dalle Autorità Italiane, risulta che il carico raccolto non è trattato (l'impianto non è stato ancora costruito).
CalabriaGimiglianoPR 2014-2059Risulta che una parte del carico raccolto non confluisce all'impianto di trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme all'articolo 4, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaSerrastrettaPR 2014-2059Una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Inoltre, i risultati dell'impianto non sono conformi alla Direttiva.
CalabriaCardinalePR 2014-2059Sulla base delle informazioni presentate dalle Autorità Italiane, risulta che solo una parte del carico raccolto confluisce all'impianto di trattamento. Questa circostanza rende l'agglomerato in questione non conforme all'articolo 4, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaSan Pietro ApostoloPR 2014-2059Una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaConflentiPR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaPentonePR 2014-2059Risulta che una parte del carico raccolto non confluisce all'impianto di trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme all'articolo 4, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaCervaPR 2014-2059Sulla base delle informazioni presentate dalle Autorità Italiane, risulta che solo una parte del carico raccolto confluisce all'impianto di trattamento. Questa circostanza rende l'agglomerato in questione non conforme all'articolo 4, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaCatanzaroPR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, una parte delle acque reflue raccolte non é inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme all'articolo 4, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaLamezia TermeC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaSellia MarinaC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaSoveratoC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaCaccuriPR 2014-2059Sulla base delle informazioni presentate dalle Autorità Italiane, questo agglomerato risulterebbe conforme agli articoli 3 e 4. Tuttavia, è stata comunicata una notevole riduzione del carico generato (di circa il 25%), senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme.
CalabriaCasabonaPR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, le acque reflue raccolte non sono inviate a trattamento (l'impianto non è stato ancora costruito).
CalabriaCiròPR 2014-2059Una riduzione del carico generato (circa 26%) è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, risulta che una parte del carico generato non confluisce all'impianto di trattamento.
CalabriaCirò MarinaPR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaCrotoneC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CalabriaCrotoneC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CalabriaCrotoneC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaCrucoliPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme.
CalabriaMelissaPR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, il carico raccolto non è inviato a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaMesoracaC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaPetilia PolicastroPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaRocca di NetoPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaS. SeverinaPR 2014-2059Sulla base delle informazioni disponibili, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 3, in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico generato confluisce al sistema fognario o è gestito tramite IAS. Inoltre, l'agglomerato risulta non conforme all'art. 4 perché non è stato dimostrato che tutto il carico generato riceve un adeguato trattamento secondario.
CalabriaScandalePR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaStrongoliC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaBriaticoPR 2014-2059Sulla base delle informazioni presentate dalle Autorità Italiane, risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Questa circostanza rende l'agglomerato in questione non conforme né all'articolo 3 né all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaSpilingaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaFrancavilla A.PR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaIoppoloPR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaLimbadiPR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaMaieratoPR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaPargheliaPR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaZambronePR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaAcquaroPR 2014-2059Sulla base delle informazioni presentate dalle Autorità Italiane, risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, risulta che il carico raccolto in rete fognaria non confluisce in impianto di trattamento.
CalabriaCessanitiPR 2014-2059Sulla base delle informazioni presentate dalle Autorità Italiane, risulta che il carico raccolto non è trattato (l'impianto non è stato ancora costruito).
CalabriaDinamiPR 2014-2059Risulta che una parte del carico raccolto non confluisce all'impianto di trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme all'articolo 4, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaDrapiaPR 2014-2059Risulta che una parte del carico raccolto non confluisce all'impianto di trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme all'articolo 4, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaFabriziaPR 2014-2059Sulla base delle informazioni presentate dalle Autorità Italiane, risulta che il carico raccolto non è trattato.
CalabriaGerocarnePR 2014-2059Sulla base delle informazioni presentate dalle Autorità Italiane, risulta che il carico raccolto non è trattato (impianto non ancora costruito).
CalabriaNardodipacePR 2014-2059Sulla base delle informazioni presentate dalle Autorità Italiane, risulta che il carico raccolto non è trattato (impianto non ancora costruito).
CalabriaPoliaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, il carico raccolto non è inviato a trattamento (impianto non ancora costruito).
CalabriaSan CalogeroPR 2014-2059Il carico raccolto non è trattato (impianto non ancora costruito).
CalabriaSan Gregorio d'IpponaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, il carico raccolto non è inviato a trattamento (impianto non ancora costruito).
CalabriaSan Nicola da CrissaPR 2014-2059Il carico raccolto non è trattato (impianto non ancora costruito).
CalabriaSerra San BrunoPR 2014-2059Una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva
CalabriaZungriPR 2014-2059Il carico raccolto non è trattato (impianto non ancora costruito).
CalabriaFiladelfiaPR 2014-2059Sulla base delle informazioni presentate dalle Autorità Italiane, risulta che il carico raccolto non è trattato (impianto in fase di costruzione).
CalabriaBagnara CalabraC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CalabriaBagnara CalabraC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaBagnara CalabraC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CalabriaBiancoC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaCardetoPR 2014-2059Una notevole riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza giustificazione. Inoltre, risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Questa circostanza rende l'agglomerato in questione non conforme né all'articolo 3 né all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaDelianuovaPR 2014-2059Una riduzione del carico generato (circa 26%) è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Infine, il carico raccolto non è inviato a trattamento (impianto non ancora costruito).
CalabriaFerruzzanoPR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Infine, il carico raccolto non è inviato a trattamento (impianto non ancora costruito).
CalabriaGioiosa IonicaPR 2014-2059Una riduzione del carico generato (circa 40%) è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme all'articolo 4, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaGrotteriaPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, nessuna informazione è stata fornita per questo agglomerato nell'ultimo report trasmesso dalle Autorità italiane.
CalabriaMammolaPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, una parte del carico raccolto non confluisce all'impianto di trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaMaropatiPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, una parte del carico raccolto non confluisce all'impianto di trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaMonasteracePR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaMontebello IonicoC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaMontebello IonicoC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CalabriaMontebello IonicoC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CalabriaMotta San GiovanniC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CalabriaMotta San GiovanniC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaMotta San GiovanniC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CalabriaOppido MamertinaPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, il carico raccolto non confluisce all'impianto di trattamento (impianto non ancora costruito).
CalabriaPalizziPR 2014-2059Risulta che una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaPlacanicaPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaPlati'PR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaReggio di CalabriaC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaReggio di CalabriaC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CalabriaReggio di CalabriaC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CalabriaRiacePR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaRizziconiPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme.
CalabriaRoccella IonicaPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme.
CalabriaSan Pietro di Carida'PR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, il carico raccolto non è inviato a trattamento.
CalabriaSan RobertoPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme.
CalabriaSanto Stefano in AspromontePR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaScillaPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, una parte del carico raccolto non è inviata a trattamento. Ciò rende l'agglomerato in questione non conforme anche all'articolo 4, in quanto non tutte le acque reflue confluiscono all'impianto di trattamento, nonostante i risultati dell'impianto appaiano conformi alla Direttiva.
CalabriaSeminaraPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS. Inoltre, il carico raccolto non è inviato a trattamento.
CalabriaSidernoC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CalabriaSidernoC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CalabriaSidernoC 565-10art. 3 dir. 91/271/CE
CalabriaVarapodioPR 2014-2059Una riduzione del carico generato è stata comunicata per questo agglomerato, senza fornirne giustificazione. Pertanto, e finché tale riduzione non sarà giustificata, l'agglomerato è considerato non conforme. Inoltre, il carico raccolto non è inviato a trattamento.
CampaniaAfragolaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaNapoli EstC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CampaniaNapoli EstC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CampaniaNolaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaTorre del GrecoPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaNapoli OvestPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaCapaccioC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CampaniaCapaccioC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CampaniaBattipagliaC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CampaniaBattipagliaC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CampaniaMassa LubrenseC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CampaniaMassa LubrenseC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CampaniaMassa LubrensePR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaVico EquenseC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CampaniaVico EquenseC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CampaniaMontesarchioPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaBarano d'IschiaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaIschiaC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CampaniaIschiaC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CampaniaCasamicciola TermeC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CampaniaCasamicciola TermeC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CampaniaCasamicciola TermePR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaLacco AmenoPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaForioC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CampaniaForioC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CampaniaForioPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaSerra FontanaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaSalernoPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaMercato SanseverinoPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaBeneventoC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CampaniaBeneventoC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CampaniaCapriC 565-10artt. 4-7 dir. 91/271/CE nelle forme previste
CampaniaCapriC 565-10art. 4, par. 1 e 3, dir. 91/271/CE
CampaniaScafatiPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaNocera InferiorePR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaNocera SuperiorePR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaAlifePR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaVairano PatenoraPR 2014-2059Questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaVitulazioPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaTeanoPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaMondragonePR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaSessa AuruncaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaPignataro MaggiorePR 2014-2059Questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaCaiazzoPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaBuccinoPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaAgerolaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaMontesano sulla MarcellanaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaS. Angelo dei Lombardi 1PR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaContursi TermePR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaMaioriPR 2014-2059Questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaProcidaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaSan Giorgio del SannioPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaTeggianoPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaCamerotaPR 2014-2059Questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaCastel San LorenzoPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaGrottaminardaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaMirabella EclanoPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaSapriPR 2014-2059Questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaAsceaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaAirolaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaCentola 1PR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3).Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaAltavilla IrpinaPR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
CampaniaApicePR 2014-2059Una parte del carico generato non confluisce al sistema fognario né risulta gestita tramite IAS (violazione art. 3). Inoltre, questo agglomerato risulta non conforme all'articolo 4 in quanto non è stato dimostrato che tutto il carico prodotto (a.e.) riceve un adeguato trattamento secondario.
Record da 151 a 300 di 1166
Pagina 2 di 8